La chiesa di S. Aniello a Caponapoli e la mostra “Sponda” di Vincenzo Rusciano

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ieri sono stata all’inaugurazione della mostra di Vincenzo Rusciano, “Sponda”, presso la chiesa di S. Aniello a Caponapoli.
Si tratta di un luogo sconosciuto ai più, anche ai “vicini di casa” di Via Costantinopoli. Ci si arriva inerpicandosi per Vico S. Aniello, a ridosso del Museo Archeologico, o salendo dall’altro lato, costeggiando il I Policlinico.

Entrare in un luogo come questo, caratterizzato da quelle stratificazioni di epoche diverse – dalla greca fino alla barocca – così meravigliosamente tipiche a Napoli, è stata una bellissima sorpresa, per chi – come me – ignorava un tale splendore.

L’occasione per questa scoperta ci è stata regalata dall’inaugurazione della mostra di Vincenzo Rusciano, concepita proprio perchè sposasse l’anima della chiesa sita al culmine dell’ antica acropoli, luogo per lungo tempo notissimo ai napoletani, tanto da rivaleggiare con il più famoso S. Gennaro e il suo Duomo.
La storia di questa chiesa, ripercorribile attraverso le opere dell’artista, parla di degrado, furti, spoliazioni, bombardamenti e infiniti restauri.

Per chi volesse farci un salto la mostra è visitabile fino al 19 novembre, i lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30. La chiesa è invece aperta tutte le mattine.
Vale davvero la pena di prendersi un paio d’ore di permesso dal trantran d’ufficio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...